luxia food solutions - incontra i membri del team up

fabrizio rivaroli

Sono una persona estroversa e allegra, dinamica e volenterosa.
L’amore e la passione per questo lavoro hanno fatto si che dalle varie esperienze, nelle diverse realtà, potessi imparare tecniche innovative come l’utilizzo di nuovi sistemi di cottura, in sottovuoto o bassa temperatura, o l’utilizzo di macchinari come forni di ultima generazione, abbattitori di temperatura, roner, pacojet e roboqubo.

La mia disponibilità associata al mio entusiasmo hanno permesso negli anni di godere del rispetto di tutti i colleghi che ho incontrato lungo il mio cammino.

 scrivimi
andrea pioppi

Perugino doc, è stato impastato con acqua e farina nel forno di famiglia, luogo magico in cui fin da piccolo ha potuto conoscere e provare il duro mestiere del fornaio acquisendo i fondamenti dell’arte bianca (dal lievito "padre” Pippo e dal lievito "madre" Bruna).
Dopo 20 anni di collaborazione con l’azienda familiare, Il Forno di Pioppi, e il diploma di operatore chimico biologico decide di seguire la sua vocazione di libero impastatore (da sempre si definisce ed è conosciuto in questo modo) occupandosi di consulenza e formazione nel settore dell'arte bianca: panetteria, pizzeria, pasticceria, ristorazione-catering, industria prodotti da forno.

Orgoglioso di essere italiano, non è però un fanatico del made in Italy; crede nel valore aggiunto della tipicità a qualunque latitudine senza considerarla però un dogma.
Grande appassionato di musica e del genere "R&B and soul and funky”, suona come percussionista con i SOUL SEVEN.

Ama dire: "Le mie mani sono il posto dove la mia anima preferisce ogni tanto fermarsi ad ascoltare", non per niente da ragazzino sognava di fare il portiere di calcio.

 scrivimi
Giocacchino Nocera

Gioacchino Nocera nasce a Scafati in provincia di Salerno nel 1982, ma fin da piccolo si trasferisce con la famiglia in Liguria, dove frequenta l’Istituto alberghiero e fa le prime esperienze lavorative estive in Liguria.
Al termine del quarto anno torna in Campania. Sono gli anni in cui, grazie ai suo maestri Matteo Sangiovanni, Giorgio Nardelli, Paolo Antinori e Franco Luise, ottiene i primi successi: nel 2000 vince il “Concorso nazionale turistico gastronomico Piatto del Giubileo” organizzato dall’Ipssar di San Pellegrino Terme con le sue “Lagane e ceci” e, nel 2002, partecipa alla Coppa del mondo di cucina dell’Expogast Lussemburgo con la nazionale di cuochi under 21. lavora all'Hotel Stjarnholm in Svezia, al Ristorante Capo d’Orso a Salerno, all’Hotel Splendido di Portofino, all'Hotel Savoy Beach di Paestum, il Ristorante “Joya” in Inghilterra.
La svolta arriva con l'ingresso all'Hotel Caruso di Ravello, esperienza che gli fa maturare l'idea di aprire un ristorante tutto suo. Nasce così, nel 2008, “Il Giardino delle Esperidi”, che apre grazie alla collaborazione tra lo chef Gioacchino, il maître Vincenzo Carotenuto e l'appassionato di cucina Enrico La Mura, affermato biologo con il desiderio di avere un ristorante tutto suo. La location, in un antico casale al centro della città di Pompei, è la sintesi perfetta tra bellezza della natura e il gusto di piatti preparati con sapienza. E continuano i successi: le “Variazioni di paccheri di Gragnano con pomodori del piennolo alle tre cotture” hanno consentito a Gioacchino Nocera di vincere il premio “Piennolo d’oro 2008”.
Tra i segreti del ristorante l'esperienza pluriennale ai fornelli, l'elevata qualità delle materie prime, che lo chef sceglie ogni giorno al mercato, la fedeltà alla tradizione, il gusto della sperimentazione e il rispetto della stagionalità dei prodotti. Di Gioacchino si accorge, dopo la partecipazione al Trofeo Chef Emergenti del Sud Italia, anche un pool di giornalisti specializzati, che gli offrono la possibilità di partecipare a “La prova del cuoco” di Raiuno.

 scrivimi
luigi tonellato

Biologo, libero professionista, iscritto all’Ordine Nazionale dei Biologi, Albo professionale, sezione A.

Trentennale esperienza come formatore nel settore della ristorazione; esperto di igiene e merceologia degli alimenti, di organizzazione nel settore ristorativo, di Food Safety & Quality Management. Conduce audit ispettivi presso centri di cottura o altre aziende alimentari per conto di Enti pubblici (Comuni, Case di riposo...) o privati, con verifica degli aspetti contrattuali.

Segue progettazione, direzione lavori e collaudo d’impianti di produzione pasti relativamente agli aspetti biologici (igienici, funzionali e nutrizionali, ambientali) e preparazione gare fornitura attrezzature (individuazione, ricerca e confronto schede tecniche attrezzature, redazione capitolati con specifiche tecniche, quotazione forniture) e successiva valutazione delle offerte.

 scrivimi
massimiliano catizzone

Massimiliano Catizzone nato nel 1984 a Zagarise, piccolo paesino della Presila Catanzarese e Umbro di adozione. Ha studiato presso l’alberghiero di Soverato, conseguendo la maturità come "tecnico dei servizi della ristorazione" e la specializzazione in "gelateria e pasticceria".
Ad oggi ha maturato una considerevole esperienza nei ristoranti di preminenza in Italia, dove si è specializzato nella preparazione di piatti a base di pesce di mare, nonché nella creazione di dessert al piatto. La sua dedizione nel lavoro lo porta ad aggiornarsi continuamente sulle ultime tendenze culinarie. Conta numerose pubblicazioni su molteplici riviste professionali. Spesso partecipa ai vari concorsi. Di recente è stato il vincitore della medaglia d’oro nel 14 concorso gastronomico di Matera.

Da tempo fa parte della FIC (Federazione Italiana Cuochi) e della URCU (Unione Regionale Cuochi Umbri), dove partecipa attivamente nella vita associativa ed è responsabile del Compartimento Giovani Cuochi. Ha a cuore la crescita dei giovani talenti e la loro formazione. Per il suo impegno, per la sua passione in cucina regionale e per la professionalità è stato insignito del Cocorum Verde. Inoltre, è la colonna portante nell’organizzazione delle varie manifestazioni gastronomiche. Tenace e determinato come suggerisce il suo segno zodiacale (toro).

 scrivimi
Paolo Favaro

Salve a tutti,
mi chiamo Paolo Favaro sono pizzaiolo da più di 20 anni e istruttore e consulente tecnico di farine da più di 15, ho collaborato con molte realtà e progetti formativi sia a livello nazionale che internazionale per corsi a vari livelli dall'amatore al professionista, nei miei corsi punto molto sulla persona, sulla motivazione e sul lavoro di gruppo perché ritengo che ognuno di noi porti con se una grande energia positiva che lo può aiutare a cercare lavoro e a perseguire i propri sogni.

Io non smetto mai di seguire i miei per questo faccio anche il comico da più di 10 anni e ritengo che un sorriso aiuti ad alleggerire anche il lavoro più pesante.

 scrivimi
paolo rufo

Paolo Rufo nasce a Terracina (LT) nel 1979.
Fin da giovanissimo nutre una profonda passione per la pasticceria, che sfocerà nell’iscrizione all’Istituto Professionale Alberghiero di Fiuggi, dove consegue la qualifica di operatore nei servizi di cucina. Durante il periodo scolastico, mosso da curiosità e devozione, frequenta numerose pasticcerie della città di residenza, accrescendo la sua esperienza nel settore.

Col tempo la propria professionalità migliora, anche grazie alla partecipazione a corsi di perfezionamento tenuti dal maestro Leonardo di Carlo, che di Paolo intuisce subito le capacità. Paolo diventa così suo assistente durante corsi e dimostrazioni presso il CID di Itri (LT), esperienza che lo porterà a frequentare un’ulteriore scuola di perfezionamento.

La specializzazione nel settore gli ha dato la possibilità di collaborare con maestri di fama mondiale come Danilo Freguia, Cristian Beduschi, Pier Giorgio Giorilli, Rolando Morandin, Gualtiero Marchesi e Michele Nardelli.

 scrivimi
riccardo massi

La mia storia in cucina comincia tardi, nonostante la grande passione che ho per questo lavoro meraviglioso.
Dopo essermi laureato in scienze statistiche attuariali sono stato coinvolto nell’attività di famiglia come amministratore.
Circa dieci anni fa ho cominciato a frequentare un corso A.I.S. per sommelier dopo di che ho frequentato un corso di pasticceria di base e per ristorazione presso l’istituto G.O. Bufalini di città di castello. Per mia fortuna qui ho conosciuto il mio attuale amico e mentore Antonio Petruzzi, grandissimo cuoco e motivatore che mi ha insegnato la preziosa arte della cucina.
Con lui ho lavorato presso il ristorante hotel villa san donino in citta di castello.

Da qui è partita la mia nuova vita lavorativa.
Ho avuto l’opportunità di maturare la mia esperienza lavorando sulla banchettistica, sui catering e molto anche sugli chef a domicilio.
Lavorando adesso in una importante pasticceria della mia cittadina, prima come cuoco e poi anche come pasticcere, ho avuto modo di apprendere i segreti dell’arte bianca e soprattutto della parte che riguarda i prodotti a lievito naturale quali: panettoni, pandori, colombe pasquali e tutta la linea delle colazioni

 scrivimi
daniele nucci

Nucci Daniele, nato a Perugia nel Settembre del 1981, nel 1995 si iscrive all’Istituto Alberghiero di Assisi con l’intenzione di fare della sua passione per la cucina una professione.

Da 1 Dicembre 2012 al 31 Dicembre 2013 con l’azienda Pellegrini Overseas S.A. di Lugano, ha lavorato in Africa (Repubblica del Congo, Angola, Nigeria, Ghana, Mozambiko) per un progetto volto alla diffusione di corretti stili di vita ed in particolare di corrette abitudini alimentari, rivolto ai lavoratori impiegati nel settore petrolifero sia a terra che off-shore.
Da Settembre 2014 è Assegnista di ricerca presso il Dipartimento di Medicina Sperimentale dell’Università degli Studi di Perugia. Nel corso degli anni dalla sua iscrizione all’Istituto alberghiero di Assisi ad oggi, ha sempre cercato di unire le sue due grandi passioni, lavorando come cuoco in molte realtà ristorative in Italia e all’estero.
Ha effettuato docenze presso l’Università degli studi di Perugia per il corso di laurea in Dietistica, e presso l’Istituto Alberghiero di Stato di Assisi come esperto esterno. Effettua docenze in diversi corsi di formazione per operatori del settore alimentare e sanitario, organizza corsi di cucina salutistica ed effettua consulenze nutrizionali per singoli o comunità.

 scrivimi
bovini samuele

Samuele Bovini, nasce nel 1980 ma inizia a frequentare le cucine fin da ragazzino, nell’estate del 1994. A instradarlo verso quest’arte, partendo proprio dalla cucina del Castellaro, è il padre Marco, professore di Cucina alla Istituto Alberghiero di Assisi, scuola a cui Samuele nel frattempo si iscrive grazie alla nuova e forte passione per la cucina.
Il “figlio d’arte”, forte dei consigli paterni, negli anni successivi inizia un lungo percorso che lo porta a solcare i più prestigiosi “palcoscenici culinari” della regione, esperienze inframezzate da esperienze fuori regione che ne ampliano la conoscenza pratica e teorica. Nel corso degli anni Samuele sviluppa una concezione della cucina che ben presto si allarga alle quattro strette pareti della cucina stessa, fino a portarlo nel febbraio 2006 ad essere uno dei pochi chef con laurea magistrale in Scienze della Comunicazione, la quale serve al giovane chef a unire la cucina all’altra sua grande passione, quella per la scrittura; unione che lo porta a scrivere 8 libri di cucina in 4 anni, anche per editori importanti come Mondadori.

I successi ottenuti in campo editoriale, però, non lo allontanano mai dal lato pratico della cucina. Dopo numerose esperienze da Executive Chef, nel 2015 Samuele diventa libero professionista e cura prevalentemente l’aspetto della formazione, diventando insegnante “resident” presso la prestigiosa Università dei Sapori di Perugia (PG), oltre che iniziare un solido e variegato rapporto di fiducia e collaborazione serrata con Luxia Food Solutions.

 scrivimi

iscriviti alla newsletter e ricevi gratis le nostre ricette!